I Progetti della Secondaria

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

 

La progettazione dell’offerta formativa dell’I.C Bracco avviene attraverso la realizzazione di percorsi didattici curriculari che riflettono le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale scolastiche curriculari

Denominazione del Progetto

 

PROGETTO MADRELINGUA

Docenti referenti

G. Piscopo, F. Orofino, e per la Scuola dell’ Infanzia e della Primaria M. De Luca

 

Destinatari e

Numero di partecipanti

Coinvolge varie classi della scuola Primaria, Secondaria e dell’Infanzia.

Tutti gli alunni della Scuola Primaria e Secondaria. Solo per la Scuola dell’Infanzia è prevista un’ organizzazione in gruppi misti di alunni di 5 anni.

 

Eventuale suddivisione alunni

Il progetto si svolgerà in classe con il docente di inglese (che avrà la funzione di tutor) e l’esperto madrelingua che condurrà la lezione.

 

Durata

20 ore, un’ora alla settimana in orario curricolare

Obiettivi

Arricchire l’offerta formativa rafforzando la fondamentale competenza di comunicazione in lingua inglese con l’ausilio di docenti madrelingua.

 

Contenuti

Il corso è finalizzato ad arricchire l’offerta formativa introducendo nell’ambito del programma curricolare d’inglese, la conversazione col docente madrelingua.

 

Costi

Ogni alunno dovrà versare 28.00 euro.

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

PROGETTO QUADRIFOGLIO

Docente referente

A. Fedele Scuola Secondaria

A. Sica Scuola Primaria

Docenti coinvolti

Scafidi, Silvestri, Buiano; Sarracino, Sica, Iacovitti; Costa  (Scuola Primaria);

prof.sse Di Ieso, Rainone, Ragucci, Cieri, Martone.

 

Destinatari e

Numero di partecipanti

Gli alunni delle 4 classi seconde e delle 3 terze della Scuola Primaria; classi seconde della scuola secondaria di I grado.

Eventuale suddivisione alunni

Il progetto si svolgerà in classe con i docenti e gli esperti dell’ASL Napoli1, Centro promozione alla salute (Ex Ospedale Frullone).

 

Durata

Da novembre a maggio.

 

Numero di incontri

Da novembre a marzo gli insegnanti realizzeranno percorsi educativi sui seguenti argomenti: educazione alimentare, prevenzione del tabagismo, promozione dell’attività fisica. Da marzo a maggio interverranno gli esperti nelle classi partecipanti secondo un calendario da concordare.

 

Obiettivi e Contenuti

Il corso è finalizzato ad approfondire con gli alunni le conoscenze relative all’educazione alla salute, alla promozione dell’attività fisica, all’educazione alimentare e alla prevenzione del tabagismo in ambito scolastico.

 

Verifica/Valutazioni

A discrezione dei docenti coinvolti (es. produzione di elaborati, colloquio orale, approfondimenti personali, partecipazione alla manifestazione finale che coinvolge tutte le scuole napoletane partecipanti al progetto, con il patrocinio del Comune di Napoli)

 

Spazi

Aula, laboratorio informatico, aula docenti (nel caso di incontri con l’esperto che coinvolgano più classi contemporaneamente).

 

Materiali di facile consumo

dispense fornite dagli esperti, libri di testo, computer, LIM

 

Costi

Progetto interamente gratuito.

 

 

 

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

LE SCUOLE ADOTTANO I MONUMENTI DELLA NOSTRA ITALIA

Docente referente

A. Fedele e M De Luca

Destinatari e

Numero di partecipanti

E’ effettuata da tutto l’Istituto.

Durata

L’adozione ha durata triennale (novembre 2015/ ottobre 2018)

Motivazioni

La scuola adotta un monumento, nato a Napoli nel dicembre 1992 su iniziativa della Fondazione Napoli Novantanove, d’intesa con il Provveditorato agli Studi e le Soprintendenze, è un progetto di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell'ambiente. Il progetto muove dal riconoscimento della centralità della scuola nella formazione della cultura e dei comportamenti dei cittadini ed individua nelle giovani generazioni il soggetto privilegiato per l'affermazione di una nuova consapevolezza del bene culturale. Cosa significa nuova consapevolezza? Significa imparare a riconoscere i beni culturali come emergenze monumentali e insieme manufatti antropologici, radicati nel tessuto culturale e sociale di una comunità, segno forte della sua identità e, al tempo stesso, veicolo di sentimenti di appartenenza, di solidarietà, di condivisione. La scuola adotta un monumento si inserisce in tale prospettiva formativa indicando, quale strumento privilegiato per l'acquisizione delle proprie radici culturali e di atteggiamenti propositivi nei confronti del futuro, la conoscenza del bene culturale: "adottare un monumento non significa solo conoscerlo ma anche prenderlo sotto tutela spirituale e dunque sottrarlo all'oblio e al degrado, averne cura, tutelarne la conservazione, diffonderne la conoscenza, promuoverne la valorizzazione."

 

Obiettivi

Promuovere nei giovani studenti la conoscenza del proprio territorio con le sue bellezze storico artistiche. Sensibilizzare gli studenti sul tema dell’importanza della tutela e conservazione dei beni culturali; considerare il “monumento” una testimonianza della storia, della cultura, delle tradizioni di un territorio, nello specifico del nostro territorio napoletano. Accrescere negli studenti il sentimento di appartenenza, di solidarietà, di condivisione.

 

Contenuti

La storia del monumento Certosa di San Martino, la storia del presepe, le caratteristiche del manufatto artigianale, la musica sacra napoletana legata al Natale, l’arte presepiale. Il Presepe nella tradizione napoletana moderna: San Gregorio Armeno.

 

Metodologia

Lezione interattiva, uscite didattiche, visite guidate presso il museo.

 

Verifica/Valutazioni

La partecipazione delle classi quinte della Scuola Primaria al maggio dei monumenti.

 

Spazi

Scuola; Certosa e Museo di San Martino, San Gregorio Armeno.

 

Costi

Costo dei pullman per il trasporto alla Certosa.

 

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

MENTORE: UN ADULTO PER AMICO

Docente referente

M. Monaco

Destinatari e

Numero di partecipanti

Tutti gli alunni della Scuola Secondaria

Durata

Tutto l’anno scolastico.

Motivazioni

Il Mentoring è una metodologia adottata per la prevenzione e il contrasto della dispersione scolastica ma viene utilizzata anche per affrontare le problematiche legate all’età adolescenziale e preadolescenziale, in particolare la scarsa autostima, l’assenza di  fiducia nelle proprie capacità di apprendimento, insoddisfazioni e malesseri che talora sembrano non avere una causa evidente. Si tratta di un aiuto basato su uno scambio relazionale tra adulto e allievo, all’interno dell’ambito scolastico, che ha come obiettivo l’instaurarsi di un rapporto d’amicizia e di fiducia reciproca che rafforzi gradualmente il senso di sicurezza e l’autostima del giovane.

 

Obiettivi

Si tratta di un programma della Società Mentore Fondazione Umaniter che applica il “metodo del Mentore” inteso all’incremento dell’autostima e delle motivazioni all’impegno  al fine di prevenire l’insuccesso scolastico e il successivo abbandono.

 

Costi

Gratuito.

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

INCONTRI A SOSTEGNO DELLA “GENITORIALITA”

Docente referente

M. Monaco

Destinatari e

Numero di partecipanti

Genitori degli alunni di tre classi della Scuola Secondaria

Durata

Quattro incontri da svolgersi durante l’anno scolastico.

Motivazioni

Nell’ambito delle attività di collaborazione tra Istituzione sanitaria (ASL NA 1, Distretto 26 - UOC di Psicologia Clinica) e Istituzione scolastica per la prevenzione del disagio in età infantile e adolescenziale, l’UOC propone un ciclo di quattro incontri che saranno tenuti dalla sua Dirigente responsabile, dott.ssa Vittoria Sardelli, sul tema dell’essere genitori nella complessità della società moderna.

 

Obiettivi

Miglioramento della comunicazione con i figli e promozione dei fattori di protezione dal disagio e dai comportamenti a rischio.

 

Costi

Gratuito.

 

 

Denominazione del Progetto

 

PROGETTO LEGALITA’

Docente referente

A. Fedele e M. De Luca

Destinatari e

Numero di partecipanti

A seconda della tematica, saranno coinvolti bambini e/o ragazzi dell’età adatta all’argomento proposto.

 

Eventuale suddivisione alunni

Le classi parteciperanno in un numero di tre o quattro per volta; nella stessa mattinata si terranno uno, max due incontri con le forze dell’ordine

 

Motivazioni

Il progetto prevede incontri a scuola con le forze dell’ordine allo scopo di informare e sensibilizzare gli alunni su problematiche cogenti della nostra attualità: il pericolo dei fuochi d’artificio, la sicurezza stradale, la sicurezza in rete.

 

Contenuti e Obiettivi

Il progetto prevede incontri a scuola con le forze dell’ordine allo scopo di informare e sensibilizzare gli alunni su problematiche cogenti della nostra attualità: il pericolo dei fuochi d’artificio, la sicurezza stradale, la sicurezza in rete.

 

Spazi

Aula dei professori del plesso Bracco.

Materiali

Video e materiali informativi forniti dalle forze dell’ordine

Costi

Gratuito

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

PROGETTO AUSER: INCONTRI PIENI DI ENERGIA

Numero di incontri

Tre incontri per classe ciascuno della durata di un’ora. I 3 incontri si terranno nel corso del mese di febbraio, dalle ore 9 alle ore 12 (un’ora per ogni classe per un totale di 3 ore per classe).

 

Motivazioni/Obiettivi

Promuovere la conoscenza dell’importanza dell’energia, del risparmio energetico e dell’impatto della produzione dell’energia sull’ambiente per diffondere al contempo, tra gli studenti, la cultura del rispetto e della sostenibilità ambientale.

 

Contenuti

L’ associazione di Volontariato “Auser Napoli Centro” svolgerà gratuitamente, come ogni anno, una serie di incontri con gli alunni delle classi quinte della scuola primaria in tutto il territorio cittadino per una prima alfabetizzazione sui molteplici aspetti dell’energia, del risparmio energetico, dell’ambiente, e del sicuro utilizzo dell’elettricità, per diffondere tra gli studenti una cultura rispettosa dell’ambiente.

 

Metodologia

Lezione interattiva con l’ausilio delle TIC

Spazi

Gli incontri si svolgeranno in classe in presenza della docente di scienze

 

Costi

Gratuito.

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

POTENZIAMENTO DELL’EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

Destinatari e

Numero di partecipanti

Le classi quarte e quinte della scuola Primaria.

Durata

Il progetto sarà avviato presumibilmente ad inizio del nuovo anno scolastico e proseguirà per il resto dell’anno nella misura di 2 ore settimanali in orario curricolare

 

Contenuti/Obiettivi

Il progetto di potenziamento dell’educazione musicale nella scuola Primaria consiste in un percorso ludico-didattico basato sul gioco, diretto a promuovere il confronto, la cooperazione, e le capacità di sviluppare idee e progetti. Esso si realizza attraverso un percorso di apprendimento del linguaggio musicale, nel quale ciascun alunno possa sviluppare competenze musicali in proporzione ai propri bisogni e potenzialità, attraverso esperienze ludico espressive. La pratica musicale è dunque finalizzata a potenziare la socializzazione, la cooperazione e a stimolare la creatività di ciascun alunno.

 

Spazi

Aule e palestra.

 

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

PROGETTO MINIVOLLEY

Destinatari e

Numero di partecipanti

Tutte le classi della scuola Secondaria di Primo Grado

Eventuale suddivisione alunni

Una classe alla volta

Durata

Da novembre a maggio, per un’ora a settimana

 

Motivazioni

Conoscere e praticare uno sport di squadra come la pallavolo con l’ausilio di docenti esperti in compresenza col docente di Educazione Motoria. Educare al rispetto delle regole e al rispetto dell’avversario nel gioco di squadra.

 

Metodologia

Lezione frontale e interattiva (fase della spiegazione delle regole del gioco); pratica sportiva in palestra.

 

Spazi

Palestra.

Costi

Gratuito.

 

 

Denominazione del Progetto

 

PROGETTO DI COUNSELING

 

Docente referente

M.R. Cinicolo

Destinatari e

Numero di partecipanti

I genitori e operatori scolastici dell’I.C Bracco

 

Obiettivi

1. Favorire una dimensione comunicativa funzionale al recupero delle risorse e al fronteggiamento dei problemi presenti nella relazione educativa

2. Fornire uno spazio di ascolto delle emozioni nel rispetto delle esperienze di  genitori, insegnanti, alunni.

3. Sostenere il benessere individuale come risorsa fondante per la costruzione di relazione sane

 

Contenuti

Il counseling è un intervento che restituisce valore anche a coloro che, provati dai problemi, si sentono impotenti e senza risorse. Sono previsti colloqui di counseling ad orientamento sistemico-relazionale per la presa in carico di individui, coppie e famiglie. In base alla richiesta e alla necessità, si prevede un numero di 1 e/o 2  incontri con un counselor esperto dell’Associazione Caraxe. Gli incontri saranno di 50 minuti ciascuno.

 

 

Costi

Gratuito.

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

ALLESTIAMO AREE VERDI

NEGLI SPAZI SCOLASTICI

Docente referente

Natacha Solange de Carvalho Fernandes, Melania Ospite, Enzo Bolano.

 

Destinatari e

Numero di partecipanti

Tutti gli Utenti del Plesso Mons. Alfano: alunni, genitori, docenti.

 

Motivazioni

Promuovere l’importanza dell’ambiente per diffonderne il rispetto.

 

Obiettivi

Il progetto promuove, attraverso attività didattiche mirate, l’importanza dell’ambiente al fine di diffonderne il rispetto e la cura.

 

Spazi

Le aiuole antistanti il plesso Alfano.

Costi

Gratuito.

 

 

Denominazione del Progetto

 

“ARTEVUTAMM”

I BENI CULTURALI MI APPARTENGONO

Docente referente

A. Trezza e R.Iodice

Destinatari e

Numero di partecipanti

Classi III sez. B, III sez. D, III sez. E; I sez. C, II sez A. Tutte le altre classi della Scuola Secondaria sono invitate ad approfondire le tematiche proposte con contributi personali.

 

Durata

Da dicembre a maggio.

Obiettivi

Adozione di un monumento. Il nostro istituto ha scelto di adottare Palazzo Reale e la Chiesa di San Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito.

Motivazioni

L’adozione di un monumento ha lo scopo prioritario di far conoscere più approfonditamente agli alunni il nostro patrimonio storico artistico e di renderli consapevoli dell’immenso valore che esso possiede suscitando in essi il vivo desiderio di proteggerlo e tutelarlo.

 

Contenuti

Nel trecentesimo anniversario della nascita del re Carlo III di Borbone (1716-2016), la Scuola Secondaria di Primo Grado ha aderito alla proposta di adozione di monumenti particolarmente rappresentativi per la storia del regno borbonico a Napoli e, in occasione della succitata ricorrenza, strettamente legati alla figura del re Carlo III. Palazzo Reale e Chiesa di San Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito saranno pertanto oggetto di studio e di approfondimento da parte di diverse classi della scuola secondaria. Il progetto è suddiviso in tre fasi: la ricerca, intesa come primo momento di conoscenza del monumento, della sua storia e delle sue caratteristiche più essenziali; la visita guidata, che consentirà il contatto diretto con il Bene, una sua conoscenza concreta e approfondita e durante la quale gli alunni potranno raccogliere materiale fotografico e video che diventerà la risorsa più importante per il lavoro successivo; la terza ed ultima fase ovvero la realizzazione di un e-book contenente elaborati ed immagini foto e video che documentino la ricchezza storico-artistica del monumento.

 

Metodologia

Brain storming, ricerca autonoma e guidata soprattutto attraverso internet; lavoro di gruppo. Visita guidata ai monumenti prescelti.

 

Verifica/Valutazioni

Sarà valutato il processo finalizzato alla realizzazione del prodotto finale (l’e-book).

Spazi

Aula, laboratorio informatico, spazi esterni (Piazza del Plebiscito, Palazzo Reale, Biblioteca Nazionale, chiesa di San Francesco di Paola)

 

Costi

3.00 € per la guida a Palazzo Reale e 3.00€ circa per i biglietti della Ferrovia Circumflegrea

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

REPUBBLIC@SCUOLA

Docente referente

S. Molfesi

Destinatari e

Numero di partecipanti

Classe III sez. B della Scuola Secondaria

Durata

Da dicembre a maggio.

Obiettivi

Avvicinare gli studenti alla lettura dei quotidiani; sviluppare nei giovani l’interesse alla conoscenza degli eventi dell’attualità locale, nazionale ed internazionale

Contenuti

Partecipazione alle attività proposte dalla piattaforma on line Repubblic@scuola e cioè: lettura del quotidiano La Repubblica, stesura di articoli, compilazione di didascalie, produzione di disegni e foto originali, scrittura creativa, partecipazione a concorsi.

Metodologia

Brain storming, ricerca autonoma e guidata soprattutto attraverso internet; lavoro di gruppo.

Verifica/Valutazioni

Saranno valutati il processo e il prodotto finale

Spazi

Aula, laboratorio informatico

Costi

gratuito

 

 

Denominazione del Progetto

 

 

CODING: IMPARA L’INFORMATICA

ATTRAVERSO IL GIOCO

Docente referente

S. Molfesi

Destinatari e

Numero di partecipanti

Cl.  II sez. B,  cl.  III  sez. B e cl.  II sez A.

Durata

Da ottobre a maggio.

Obiettivi

Sviluppare il pensiero computazionale; imparare i principi della programmazione informatica attraverso il gioco

Motivazioni

Il pensiero computazionale è un processo mentale per la risoluzione di problemi attraverso una specifica metodologia che  richiede capacità di analisi a capacità logica. Tali capacità sono indispensabili per tutti, non solo in ambito informatico, ma in tutti gli ambiti disciplinari.

Contenuti

Partecipazione all’attività denominata: “L'Ora del Codice”. Questa è la modalità base di avviamento al pensiero computazionale consistente nello svolgimento di un'ora di attività di gioco preceduto dalla somministrazione di istruzioni, fornite agli alunni prima dell’inizio dell’attività stessa. Solo la precisa esecuzione delle istruzioni consentirà agli alunni di risolvere il gioco proposto (primo step) e di costruirne uno proprio (secondo step)

Si suggerisce che questa attività avvenga nelle settimane 15-23 ottobre 2016 oppure 5-11 dicembre 2016, in concomitanza con analoghe attività in corso in tutto il mondo. Tuttavia è possibile partecipare al progetto in qualsiasi momento accedendo alla piattaforma in rete: “Programmailfuturo.it”

Metodologia

Pensiero computazionale, problem solving, cooperative learning

Verifica/Valutazioni

la risoluzione delle attività proposte in piattaforma

Spazi

Aula, laboratorio informatico

Costi

gratuito

 

 

 

 

Denominazione del Progetto

 

GENERAZIONI CONNESSE

Docente referente

S. Molfesi, Fedele, Iodice

Destinatari e

Numero di partecipanti

Classe II sez. A , III sez. B, II sez. B, III sez. C

Durata

Da dicembre a maggio.

Obiettivi

Promuovere un sano rapporto tra i giovani e i nuovi media attraverso esperienze educative e formative; promuovere la sicurezza in rete ed attività di contrasto al bullismo e al cyberbullismo

Motivazioni

il Progetto “Generazioni Connesse”, nella sua nuova edizione, co-finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma The Connecting Europe Facility (CEF) - Safer Internet, promuove strategie finalizzate a rendere Internet un luogo più sicuro per gli utenti più giovani, promuovendone un uso positivo e consapevole.

Il progetto è coordinato dal MIUR, in partenariato col Ministero dell’Interno-Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Università degli Studi di Firenze, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, Skuola.net, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino.

Contenuti

Le attività proposte dalla piattaforma on line “generazioniconnesse.it”

Metodologia

Didattica digitale, cooperative learning

Verifica/Valutazioni

Valutazione del processo e del prodotto finale

Spazi

Aula, laboratorio informatico

Costi

gratuito

 

 

Denominazione del Progetto

 

 

Frutta nelle Scuole

Docente referente

M.R. Cinicolo

Destinatari e

Numero di partecipanti

Tutti gli alunni della scuola Primaria

Durata

L’organizzazione e i tempi sono in corso di definizione.

Motivazioni/Obiettivi

Incoraggiare i bambini ad adottare buone abitudini alimentari.

Contenuti

Nutrirsi bene. Un insegnamento che frutta.

Metodologia

Il progetto prevede la somministrazione di frutta ai bambini nelle scuole.

Spazi

Il plesso Alfano

Materiali di facile consumo

La frutta.

Costi

Gratuito.

 

 

 

     LE SCUOLE ADOTTANO I MONUMENTI DELLA NOSTRA ITALIA

                                      

ADOZIONE TRIENNALE DELLA COLLEZIONE PRESEPIALE DEL MUSEO DI SAN MARTINO

La scuola adotta un monumento®, nato a Napoli nel dicembre 1992 su iniziativa della Fondazione Napoli Novantanove, d’intesa con il Provveditorato agli Studi e le Soprintendenze, è un progetto di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell'ambiente. Il progetto muove dal riconoscimento della centralità della scuola nella formazione della cultura e dei comportamenti dei cittadini ed individua nelle giovani generazioni il soggetto privilegiato per l'affermazione di una nuova consapevolezza del bene culturale. Cosa significa nuova consapevolezza? Significa imparare a riconoscere i beni culturali come emergenze monumentali e insieme manufatti antropologici, radicati nel tessuto culturale e sociale di una comunità, segno forte della sua identità e, al tempo stesso, veicolo di sentimenti di appartenenza, di solidarietà, di condivisione. La scuola adotta un monumento® si inserisce in tale prospettiva formativa indicando, quale strumento privilegiato per l'acquisizione delle proprie radici culturali e di atteggiamenti propositivi nei confronti del futuro, la conoscenza del bene culturale: &adottare un monumento non significa solo conoscerlo ma anche prenderlo sotto tutela spirituale e dunque sottrarlo all'oblio e al degrado, averne cura, tutelarne la conservazione, diffonderne la conoscenza, promuoverne la valorizzazione.&

Docente referente: Arianna Fedele, Miriam De Luca

Destinatari: gli alunni delle classi che partecipano al concorso (la classe dei cinquenni della Sc. Infanzia e 2-3 classi Scuola Secondaria) e, nel corso dei tre anni dell’adozione, saranno coinvolte altre classi della scuola. Si auspica la più ampia partecipazione possibile.

Eventuale suddivisione degli alunni: la suddivisione degli alunni avverrà per le visite guidate alla sezione presepiale del Museo di San Martino. E’ previsto che la scuola dell’infanzia effettui da sola una visita rivolta ai bambini di cinque anni, la scuola secondaria una visita guidata pensata per ragazzi più grandi.

Durata: per l’a.s. 2015/16, la scuola parteciperà ad un concorso che si concluderà l’8 aprile con la consegna di un video di 3 minuti che testimonierà l’attività svolta. Anche la scuola dell’infanzia produrrà un suo video.

Dopo il concorso, il progetto non si concluderà perché la scuola, adottando il monumento, potrà continuare a partecipare ad eventi da esso promossi per almeno 3 anni. L’adozione avverrà con una cerimonia pubblica alla presenza delle autorità.

Obiettivi: promuovere nei giovani studenti la conoscenza del proprio territorio con le sue bellezze storico artistiche. Sensibilizzare gli studenti sul tema dell’importanza della tutela e conservazione dei beni culturali; considerare il “monumento” una testimonianza della storia, della cultura, delle tradizioni di un territorio, nello specifico del nostro territorio napoletano. Accrescere negli studenti il sentimento di appartenenza, di solidarietà, di condivisione.

Contenuti: La storia del monumento Certosa di San Martino, la storia del presepe, le caratteristiche del manufatto artigianale, la musica sacra napoletana legata al Natale, l’arte presepiale.

E’ evidente che saranno coinvolti, in modo privilegiato, nel percorso formativo che si svolgerà a scuola, i docenti di italiano, storia, tecnologia, musica e arte.

Metodologia: lezione interattiva, uscite didattiche, visite guidate presso il museo.

Verifica/valutazione: produzione di un video di 3 minuti che dovrà illustrare, con immagini, musica e parlato, il monumento individuato. Il lavoro dovrà essere accompagnato da una relazione che dovrà descrivere il percorso didattico scelto dagli studenti con l’aiuto degli insegnanti e dovrà contenere i riferimenti alle fonti utilizzate (bibliografia per testi, documenti, musiche, immagini, foto, video etc.).

Gli elaborati saranno valutati da una Commissione giudicatrice composta da rappresentanti della Fondazione Napoli Novantanove e da rappresentanti del MIUR – DG per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione.

Spazi: scuola; Certosa e Museo di San Martino.

Costi: costo dei pullman per il trasporto alla Certosa.

 

 

 


PROGETTO MADRELINGUA

Docente   referente : Pina Piscopo, Nina Orofino

Destinatari: Gli alunni delle classi: prima e seconda sez. A; seconda e terza sez. B; prima e seconda sez. D; prima sez. C.

Eventuale suddivisione degli alunni: il progetto si svolgerà in classe con il docente di inglese (che avrà la funzione di tutor)  e l’esperto madrelingua che condurrà la lezione.

Durata: 20 ore, un’ora alla settimana in orario curricolare.

Obiettivi e contenuti: il corso è finalizzato ad arricchire l’offerta formativa introducendo, nell’ambito del programma curricolare d’inglese, la conversazione col docente madrelingua.

Costi: ogni alunno ha versato 28.00 euro

 

 

PROGETTO QUADRIFOGLIO: EDUCARE ALLA SALUTE  

Docente referente: Arianna Fedele.

Docenti coinvolti: Martone, Numis, Ragucci, Rainone, Cieri, Di Ieso.

Destinatari: gli alunni delle classi seconde.

Eventuale suddivisione degli alunni: il progetto si svolgerà in classe con i docenti e gli esperti dell’ASL Napoli1, Centro promozione alla salute (Ex Ospedale Frullone).

Durata: da novembre a maggio

Numero di incontri: da novembre a marzo gli insegnanti realizzeranno percorsi educativi sui seguenti argomenti: educazione alimentare, prevenzione del tabagismo, promozione dell’attività fisica. Da marzo a maggio interverranno gli esperti nelle classi partecipanti secondo un calendario da concordare.

Obiettivi e contenuti: il corso è finalizzato ad approfondire con gli alunni le conoscenze relative all’educazione alla salute, alla promozione dell’attività fisica, all’educazione alimentare e alla prevenzione del tabagismo in ambito scolastico.

Verifica e valutazione: a discrezione dei docenti coinvolti (es. produzione di elaborati, colloquio orale, approfondimenti personali)

Spazi: aula, laboratorio informatico, aula docenti (nel caso di incontri con l’esperto che coinvolgano più classi insieme).

Materiali: dispense fornite dagli esperti, libri di testo, computer, Lim

Costi: progetto interamente gratuito.

 

 

Progetto Sperimentale di Educazione alla Salute

 

Alcune patologie possono essere curate con maggiore facilità, o addirittura evitate, semplicemente facendo attenzione al proprio comportamento correggendo abitudini quotidiane scorrette. È questa l’idea alla base della campagna “Postura corretta”, che a partire da settembre ha coinvolto 8000 direzioni scolastiche italiane di Scuola Primaria e Secondaria di I grado.

Nel nostro Istituto il Progetto è rivolto alle Classi IV e V della scuola Primaria e tutte le classi della Secondaria di I grado.

Nella Scuola Primaria ha riscosso un significativo successo vista l’adesione della quasi totalità degli alunni. I Medici e Tecnici del Therapic Center (Riabilitazione psicomotoria e Fisiokinesiterapia) di Soccavo, hanno effettuato le visite nei locali appositamente adibiti del Plesso Alfano.

A completamento della Scuola Primaria, il Progetto proseguirà nella Secondaria di I grado.

 

 

 

Progetto CONTINUITÀ

Scuola Infanzia - Primaria – Secondaria di primo grado

Per l'a.s. 2016-17 sono stati progettati percorsi didattici comuni a due ordini di scuola e anche quest'anno alunni di 5 anni della scuola dell'infanzia e alunni delle classi I-IV-V della scuola primaria con i rispettivi insegnanti condivideranno momenti di interscambio e socializzazione, per poter garantire il diritto del bambino ad un percorso organico e completo a livello psicologico, pedagogico e didattico.

Il progetto, sviluppandosi su un piano di raccordo didattico e organizzativo, prevede distinti momenti di attività comuni tra docenti e alunni dei due ordini di scuola:

1. "Festa dell'albero" : il 20 novembre 2015 in occasione della Giornata dell'albero le classi prime e seconde della scuola primaria e le sezioni di scuola dell'infanzia con i bambini di 5 anni daranno vita ad una vera e propria festa con attività all'interno e all'esterno della scuola, negli spazi verdi.

2. “Merenda insieme” previsto per l’incontro tra le classi V della scuola Primaria e le classi prime della secondaria di I grado.

3. Incontri a tema seguendo le varie festività del calendario (Festa dell'albero, Natale, Carnevale).

 

 

PROGETTO DI  GIORNALISMO

 

"Repubblica@SCUOLA" si propone, di supportare gli Istituti Scolastici,  nella realizzazione di un

“giornale” online che costituisca al tempo stesso uno  strumento di informazione ed

un’opportunità formativa per i giovani: e ciò sia a  livello della singola scuola, sia su scala

nazionale, raccogliendo contributi degli  studenti su temi di interesse generale, di volta in volta

proposti dalla redazione del giornale e/o dagli insegnanti.

 

L'ORA DEL CODICE

 

 


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti